Who


In questa pagina ho voluto racchiudere un po' quello che sono come persona e non come professionista, perchè dietro ogni buon sito che funziona c'è sempre uno sviluppatore che ha passato notti insonni.

Qualche anno dopo ci fu l'avvento di Internet, e la colonna sonora dei nostri giorni era lo stridulo suono del modem 56K. I primi rudimenti del web cominciavano a spuntare, le prime pagine HTML, CSS e PHP praticamente senza qualsivoglia pretesa stilistica. Anche in quel caso un libro mi venne in aiuto. Purtroppo di quello se ne sono perse le tracce nel tempo. Spiegava come creare pagine web anche grazie all'ausilio di potentissimi mezzi quali Macromedia Dreamweaver.
Altervista veniva in aiuto di chi voleva creare pagine e siti gratuitamente con risorse limitate e fu li che cominciai i miei esperimenti con i siti web dinamici e l'uso di Database, era circa il 1997/98.

Nei 5 anni di liceo scientifico successivi l'informatica entrò pesantemente nella mia vita in quanto quella scelta scolastica mi portò ad iscrivermi all'università di Bari, facoltà di Informatica.
Da allora non ho mai smesso di programmare e di studiare giorno (e notte) per quello che poi è diventato il mio lavoro, sviluppare siti o web-app che risolvessero i problemi di privati o di aziende.
Finalmente sono riuscito a farne una professione che con modestia mi permette di portare a casa la pagnotta. Resta il fatto che la vita di uno sviluppatore sia fatta di sacrifici, in quanto, molto spesso, per garantire al cliente il miglior risultato è necessario lavorare giorno (e notte)


Perchè WebMask?
Di solito chi sviluppa un sito agisce sempre nelle retrovie, nell'ombra, si vede sempre il risultato finale, come è giusto che sia, e mai tutto il lavoro che c'è dietro. Motivo per cui la maschera.